sabato, Dicembre 10, 2022

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: attenzione in 11 punti come accedere al bonus

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI
BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI

Vi riepiloghiamo in 11 punti, tutte le attività da fare, per uniformarsi alla normativa vigente, ed usufruire delle detrazioni fiscali, per il Bonus 110% Ristrutturazioni, mediante la detrazione diretta, la cessione del credito o lo sconto in fattura. Per cui, la mancanza di uno dei suddetti requisiti riepilogati di seguito, porta alla perdita del requisito normativo. Vediamo di seguito i punti fondamentali quali sono:

  1. Progettazione e lavori: devono raggiungere gli obiettivi previsti dalla normativa, ovvero il miglioramento di due classi energetiche, mediante vari interventi, anche trainati come la previsione di impianti fotovoltaici e relativi accumuli. Il raggiungimento dell’obiettivo è data dal riscontro tra l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) redatto prima dell’intervento e successivo al termine dell’intervento.
  2. Asseverazione attestante la liceità dei lavori, al decreto requisiti del Mise del 6.8.2020, lostesso è rilasciato da un tecnico abilitato, che va rilasciato per ogni stato di avanzamento dei lavori;
  3. Asseverazione attestante la liceità e congruità delle spese sostenute, va redatto per ogni stato di avanzamento dei lavori e con la redazione dello stato finale e va trasmessa all’Enea entro 90 giorni dal termine dei lavori;
  4. Asseverazione per i Sismabonus, delle asseverazione con deposito al Sue, attestante la riduzione del rischio sismico in base a quanto previsto dal Decreto MIT del 28.2.2017 n°58;
  5. Pagamento con Bonifico parlante: eseguito o dall’amministratore del condominio o dalle persone fisiche, dal quale risuòlta dalla causale del versamento l’oggetto dei lavori, il codice fiscale e la partita iva del beneficiario della detrazione, di colui che effettua il bonifico, nonché del numero e della data della fattura in pagamento;
  6. Visto di conformità: valido per il Bonus 110% Ristrutturazioni per le spese sostenute a partire dal 12.11.2021, non è richiesto soltanto per la detrazione diretta presentata mediante il sostituto d’imposta cone assistenza fiscale;
  7. Rispetto dei contratti collettivi di lavoro: riguarda le imprese appaltatrici dei lavori il Bonus 110% Ristrutturazioni, è fondamentale, come riporta la norma per i lavori di importo superiore ai 70.000 euro e iniziati solo dopo il 27.5.2022. Quets anorma è in ottemperanza al dettato normativo previsto dal comma 43 bis dell’articolo 1 della Legge 30.12.2021 n°324;
  8. Durc di correntezza contributiva: è il Documento Unico di Regolarità Contributiva, deve essere ottenute dalle imprese appaltatrici dei lavori il Bonus 110% Ristrutturazioni,, lo stesso deve attestare la regolarità contributiva, la mancanza di questo pone in essere la validità della detrazione con la perdita del diritto di detrazione da parte del contribuente;
  9. Durc di congruità: come previsto dalla circcolare 27.5.2022 n19/E paragrafo 8, è prescritto che a saldo dei lavori, ai fini della verifica della regolarità contributiva delle Imprese che hanno lavorato sia richiesto obbligatoriamente da parte del committente il Durc di congruità della manodopera e anche la mancanza di tale documento può causare la perdita della detrazione per il committente;
  10. Attestazione Soa: infatti dall’1.1.2023 le imprese appaltatrici che eseguiranno lavori di cui al Bonus 110% Ristrutturazioni, dovranno avere detta attestazione, in particolare per lavori di importo superiore ai 516.000 eutro come previsto dall’articolo 84 del Decreto Legislativo 18.4.2016 n°50;
  11. Comunicazione annuale entro il 16 marzo da parte degli amministratori di condominio, della dichiarazione precompilata o del modello 730 contenente altresì tutti i bonus edilizi in essere sulle parti comuni degli edifici.

Leggi anche:

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: il nuovo disegno di legge con le semplificazioni

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: lavori trainati, che succede se un contribuente paga le parti comuni?

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: come si calcolano le superfici ed il principio di prevalenza.

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: quali sono i lavori trainati e quali i lavori trainanti?

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: prorogato al 30 settembre il bonus per le unifamiliari.

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: quali sono le scadenze per i lavori trainati?

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: le colonnine di ricarica di veicoli elettrici sono ancora detraibili.

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: nel computo delle superfici non rientra il tetto non riscaldato

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: prorogato fino al 2023 ma per gli altri Bonus dell’Edilizia?

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here