domenica, Aprile 14, 2024

BONUS DELL’EDILIZIA:  la circolare del notariato, ma quali sono i bonus usufruibili nel 2024?

BONUS DELL’EDILIZIA

Dal notariato, una guida pratica alle agevolazioni fiscali per interventi di rigenerazione del patrimonio immobiliare ed in generale al tema dei Bonus dell’Edilizia è riportata nella circolare del notariato 2024. Vediamo in particolare la tipologia di Bonus dell’Edilizia utilizzabili nel 2024, con il dettaglio della tipologia di lavori che si intendono per lavori trainanti e lavori trainati:

  • ECO BONUS: Rientrano nell’Eco bonus quegli interventi relativi alla realizzazione di opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia
  • SISMA BONUS Rientrano nel Sisma bonus gli interventi per l’adozione di misure antisismiche, con particolare riguardo all’esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica.
  • BONUS ACQUISTI Il Bonus per l’acquisto o l’assegnazione di edifici residenziali ri[1]strutturati. Si tratta di una detrazione “a regime” (quindi senza limiti temporali di scadenza) che trova applicazioni ricorrendo l
  • Il Bonus per l’acquisto di posti auto e box auto Trattasi di una detrazione “a regime” (senza limiti temporali di scadenza) che trova applicazione nel caso di realizzazione o di acquisto di box e posti auto pertinenziali di nuova costruzione.
  • SUPER-BONUS La norma parla di due tipologie di intervento: gli interventi trainanti, che accedono direttamente alla detrazione fiscale; gli interventi trainati, che possono accedere al SuperBonus solo se realizzati congiuntamente a uno dei primi.

Quali sono gli interventi Trainanti? La norma definisce tre tipologie di interventi trainanti:

  • l’isolamento termico dell’edificio, compresa la coibentazione del tetto;
  • gli interventi sulle parti comuni per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
  • gli interventi sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti. Anche gli interventi di riduzione del rischio sismico possono beneficiarie del Super-Bonus e ciò senza dover essere abbinati ad altri interventi
    Quali sono gli interventi trainati? Nel caso di realizzazione di uno dei suddetti interventi di riqualificazione energetica considerati “trainanti”, i contribuenti possono realizzare anche i seguenti ulteriori interventi (cd. “trainati”), portando in detrazione le spese per:
  • gli interventi di abbattimento di barriere architettoniche;
  • singoli interventi di efficientamento energetico (quali ad es. la sostituzione di finestre ed infissi, la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione con efficienza pari almeno alla classe A, interventi riguardanti struttura opache verticali o orizzontali, ecc.);
  • l’installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica;
  • l’installazione di sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici;
  • l’installazione delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.
    Per fruire della detrazione l’intervento “trainante” (anche unitamente a taluno degli interventi “trainati”) deve garantire il miglioramento di almeno due classi energetiche ovvero, se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta. Dal 2024 possono fruire del Super-Bonus i soli interventi finalizzati all’efficientamento energetico (interventi “trainanti” ed interventi trainati), alla riduzione del rischio sismico ed all’eliminazione delle barriere architettoniche (se abbinati ad almeno uno dei cd. “interventi trainanti” di efficientamento energetico ovvero di riduzione del rischio sismico) se effettuati:
  • dai condomini
  • da persone fisiche con riguardo ad edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà da più persone fisiche (cd. mini-condomini)
  • dalle ONLUS, dalle organizzazioni di volontariato, dalle associazioni di promozione sociale La detrazione Super-Bonus spetta nella misura del 70%.

Leggi anche:

BONUS DELL’EDILIZIA: Sismabonus 85% dall’1.1.2024 la detrazione è valida solo per gli immobili danneggiati dal terremoto?

BONUS DELL’EDILIZIA: previsti tassazione delle plusvalenze, aggiornamenti catastali e ritenute sui lavori

BONUS DELL’EDILIZIA: si sbloccano i crediti fiscali incagliati anche in Abruzzo ed in Puglia?

BONUS DELL’EDILIZIA: con 250 euro si sana l’asseverazione ritardata.

BONUS DELL’EDILIZIA: un contributo, per i soggetti indigenti, con reddito fino a 15 mila euro

BONUS DELL’EDILIZIA: in 5 punti come calcolare la soglia contrattuale per la quale è necessaria l’attestazione Soa dell’impresa?

I QUESITI A EDILBUILD.IT: quali sono le categorie Soa per poter effettuare lavori dei Bonus dell’Edilizi

BONUS DELL’EDILIZIA: dal 1° luglio obbligo di attestazione Soa anche per i lavori privati

BONUS 110% – 90% -70% RISTRUTTURAZIONI: in 5 punti le novità del nuova testo di legge

BONUS 110% – 90% – 70% RISTRUTTURAZIONI: si riducono le detrazioni ma aumentano gli importi dei lavori trainati

BONUS COLONNIRE RICARICA 80%: come fare la richiesta per privati e condomini

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here