domenica, Luglio 3, 2022

SPECIALE BONUS DELL'EDILIZIA

BONUS DELL’EDILIZIA: no al bonus mobili per la sola sostituzione di serrature

bonus mobili
bonus mobili

L’Agenzia delle Entrate fa chiarezza, su un quesito posto da un contribuente, che avendo sostituito la serratura di una porta blindata di un immobile, chiedeva se era possibile usufruire , oltre alla detrazione del relativo importo mediante il Bonus Ristrutturazioni del 50%, anche del Bonus Mobili, collegato agli interventi dei Bonus dell’Edilizia. La risposta dell’AdE è stata negativa, poiché il solo intervento di sostituzione della serratura di una porta blindata di un immobile, può portare alla detrazione del relativo importo mediante il Bonus Ristrutturazioni del 50%, ma non permette di usufruire del Bonus Mobili. A tal proposito, l’AdE ha richiamato, altresì, la circolare 29/E/2013 nel quale sono riportati in modo descrittivo tutti gli interventi edilizi che possono permettere di usufruire del Bonus Mobili.
In particolare, riportiamo gli stessi, che sono i seguenti:

  • manutenzione ordinaria, di cui alla lett. a) dell’art. 3 del DPR n. 380 del 2001, effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale;
  • manutenzione straordinaria, di cui alla lett. b) dell’art. 3 del DPR n. 380 del 2001, effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale e su singole unità immobiliari residenziali;
  • restauro e di risanamento conservativo, di cui alla lett. c) dell’art. 3 del DPR n. 380 del 2001, effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale e su singole unità immobiliari residenziali;
    di ristrutturazione edilizia, di cui alla lett. d) dell’art. 3 del DPR n. 380 del 2001, effettuati sulle parti comuni di edificio residenziale e su singole unità immobiliari residenziali;
  • interventi necessari alla ricostruzione o al ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi, ancorché non rientranti nelle categorie precedenti, sempreché sia stato dichiarato lo stato di emergenza;
  • restauro e di risanamento conservativo, e di ristrutturazione edilizia, di cui alle lettere c) e d) dell’art. 3 del DPR n. 380 del 2001, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie, che provvedano entro sei mesi dal termine dei lavori alla successiva alienazione o assegnazione dell’immobile.

Leggi anche:

BONUS MOBILI: ma come funziona effettivamente e cosa si può acquistare?

BONUS DELL’EDILIZIA: cade l’Isee dei 25.000 euro per villette ed aumenta il Bonus Mobili

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI : detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia e per l’acquisto di mobili

BONUS DELL’EDILIZIA: ma sono ammessi i bonus per le pertinenze?

BONUS DELL’EDILIZIA: chi comunica la cessione del credito?

IL BONUS ACQUA POTABILE 50%: le regole e le scadenze per questo Bonus dell’Edilizia.

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: quali sono le scadenze per i lavori trainati?

BONUS DELL’EDILIZIA: chi comunica la cessione del credito?

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here