COME FARE PER… ma come vanno contabilizzati gli oneri della sicurezza ai subappaltatori?

Vediamo come vanno computati nei subappalti, gli oneri della sicurezza da corrispondere ai Subappaltatori che esegue parti delle opere.
Ricordiamo che, il comma 3 bis dell 97 del D.Lgs. n.81/2008 (Testo Unico della sicurezza), dice che “In relazione ai lavori affidati in subappalto, ove gli apprestamenti, gli impianti e le altre attività di cui al punto 4 dell’allegato XV siano effettuati dalle imprese esecutrici, l’impresa affidataria corrisponde ad esse senza alcun ribasso i relativi oneri della sicurezza” per cui avremo ch,e i seguenti costi per la realizzazione, vanno riconosciuti
a) degli apprestamenti previsti nel PSC;
b) delle misure preventive e protettive e dei dispositivi di protezione individuale eventualmente previsti nel PSC per lavorazioni interferenti;
c) degli impianti di terra e di protezione contro le scariche atmosferiche, degli impianti antincendio, degli impianti di evacuazione fumi;
d) dei mezzi e servizi di protezione collettiva;
e) delle procedure contenute nel PSC e previste per specifici motivi di sicurezza;
f) degli eventuali interventi finalizzati alla sicurezza e richiesti per lo sfasamento spaziale o temporale delle lavorazioni interferenti;
g) delle misure di coordinamento relative all’uso comune di apprestamenti, attrezzature, infrastrutture, mezzi e servizi di protezione collettiva.
Pertanto tali oneri vanno totalmente riconosciuti al subappaltatore da parte dell’impresa appaltatrice, per le parti di lavorazione eseguita da quest’ultima.
Per cui, è fondamentale che nel contratto di subappalto siano formalizzati e quantizzati in modo esatto i suddetti oneri per la sicurezza e siano evidenziati nella contabilità lavori redatta tra impresa appaltatrice e impresa subaffidataria. Lo stesso, dicasi per gli oneri della sicurezza che sono contenuti nelle Spese Generali dell’appalto.
Spetta alla Stazione Appaltante,  e ne è responsabile, verificare che detti oneri della sicurezza, siano liquidati dall’Impresa Appaltatrice all’Impresa Subaffidataria, verificando l’evidenza, sia in fase approvativa del subappalto e quindi nel contratto di subappalto e sia in fase successiva, che detti oneri siano regolarmente pagati negli stati di avanzamento dei lavori subappaltati, nonché sentendo altresi il Direttore dei lavori e il Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione.

Leggi anche: GESTIONE CANTIERI: la verifica dei subappaltatori da parte del Direttore dei Lavori. oppure IMPRESE APPALTATRICI: la responsabilità solidale i pagamenti ai Subappaltatori e agli Appaltatori. o anche LAVORI PUBBLICI: quando vanno esibite le fatture quietanzate dei subappaltatori?

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.













Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

I Video dell’Edilizia

Proposte d’Acquisto