sabato, Gennaio 22, 2022

GARE DI APPALTO: punteggi premiali per l’utilizzo del BIM

GARE DI APPALTO

All’articolo 7 bis, DM 312/2021 che apporta delle modifiche al Decreto Ministeriale 560/2017 detto anche Decreto Bim, sono introdotti dei punteggi premiali per l’utilizzo del Bim.
In particolare, alle Stazioni Appaltanti è stata data la facoltà per introdurre, tra i dei criteri di aggiudicazione nelle Gare di Appalto mediante offerte economicamente più vantaggiose, come previsto dall’articolo 95 del Dlgs 50/2016 e smi, dei punteggi premiali per l’utilizzo di strumenti elettronici specifici. Tra i criteri possono rientrare, a titolo esemplificativo:
“a) proposte metodologiche per integrare gli aspetti di gestione del progetto con la gestione della modellazione informativa;
b) proposte metodologiche per l’implementazione dell’offerta di gestione informativa e del piano di gestione informativa in relazione alle esigenze di cantierizzazione, anche con strumenti innovativi di realtà aumentata e di interconnessione tra le entità presenti in cantiere;
c) proposte metodologiche volte a consentire un’analisi efficace dello studio, tra l’altro, di varianti migliorative e di mitigazione del rischio;
d) proposte che consentano alla stazione appaltante di disporre di dati e informazioni utili per l’esercizio delle proprie funzioni ovvero per il mantenimento delle caratteristiche di interoperabilità dei modelli informativi;
e) previsione di modalità digitali per la tracciabilità dei materiali e delle forniture e per la tracciabilità dei processi di produzione e montaggio, anche ai fine del controllo dei costi del ciclo di vita dell’opera;
f) proposte volte ad utilizzare i metodi e gli strumenti elettronici per raggiungere obiettivi di sostenibilità ambientali anche attraverso i principi del green public procurement;
g) previsione di strumenti digitali per aumentare il presidio di controllo sulla salute e sicurezza dei lavori e del personale coinvolto nell’esecuzione;
h) previsione di modelli digitali che consentano di verificare l’andamento della progettazione e dei lavori e/o che consentano di mantenere sotto controllo costante le prestazioni del bene, compresi i sistemi di monitoraggio e sensoristica;

  1. Ulteriori criteri premiali possono prevedere l’assegnazione di un punteggio aggiuntivo all’offerente che impieghi metodi e strumenti digitali che consentano alla stazione appaltante di monitorare, in tempo reale, l’avanzamento del cronoprogramma e dei costi dell’opera”.

Leggi anche:

GARE DI APPALTO: la pubblicazione dei dati attraverso la Banca Dati dell’Anac

GARE DI APPALTO: come cambiano le procedure di gara con il decreto semplificazioni?

GARE DI APPALTO: per gli affidamenti diretti c’è l’aumento delle soglie minime

GARE DI APPALTO: cosa succede se gli oneri aziendali della sicurezza non risultino essere congrui?

COME FARE PER:…verificare la congruità degli oneri aziendali nelle gare di appalto

GARE DI APPALTO: l’elenco minimo degli allegati da produrre per le offerte anomale

GARE DI APPALTO: come cambia l’esclusione automatica dopo il Decreto Semplificazione

GARE DI APPALTO: nelle offerte anomale, quali documenti vanno allegati ai giustificativi di gara per non essere esclusi?

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here