giovedì, Dicembre 2, 2021

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: come va strutturato il computo metrico estimativo?

Per il Bonus 110% Ristrutturazione la redazione del computo metrico estimativo è fondamentale anche per il riconoscimento del bonus. In particolare, la normativa, in primo luogo evidenzia che i costi devono essere congrui, e per questo i computi metrici estimativi devono essere redatti mediante l’utilizzo di prezzi rilevati da prezzari che sono: 

• Riguardanti lavori pubblici, e su base regionale, pubblicati in maniera ufficiale dalla regione di competenza;

• In mancanza dei prezzari regionali, i prezzari delle opere edili realizzati dalla DEI.

Questo è il primo vincolo alla redazione dei computi metrici estimativi, il secondo riguarda la struttura del documento, per il quale l’Enea con la pubblicazione di una comunicazione, ha ribadito che devono essere:

• Suddivisi per interventi sulle parti comuni condominiali;

• Suddivisi per interventi sulle parti private con costi inerenti le singole unità immobiliari presenti nell’edificio condominiale;

• Che riportino tutte le spese professionali per la realizzazione dell’intervento, come per la redazione dell’Ape, della relativa progettazione, della direzione lavori, e delle spese per il rilascio del visto di conformità;

• Le spese sostenute per la documentazione da presentare per il rilascio di tutte le autorizzazioni previste dalla vigente normativa.

Inoltre, la stessa Enea, parla di rendicontazione e parla di costi reali, ovvero i costi determinati come detto. In questo, vi è un sottile argomento da evidenziare, nella prassi comune il computo metrico estimativo, ad esempio in una gara di lavori, è una elemento sul quale l’impresa offre un ribasso d’asta. Diversamente nel Bonus 110% Ristrutturazioni, non solo non si ha alcun ribasso s’asta, ma tale computo metrico così com’è, diventa la base per la rendicontazione finale.

Leggi anche: 

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: anche per il superamento delle barriere architettoniche è valido il bonus?

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: anche per ospizi, caserme, case di cura ed ospedali?

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: solo la CILA è il titolo edilizio per acccedere al bonus?

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: non si può usufruire del bonus se si variano le dimensioni delle finestre

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: il proprietario tecnico iscritto all’albo può redigere direttamente le asseverazioni?

BONUS 110% RISTRUTTURAZIONI: ma perché devono essere i tecnici a garantire il buon esito del condono?

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here