martedì, Giugno 25, 2024

IMPRESE APPALTATRICI: come calcolare la nuova Revisione dei Prezzi per lavori, servizi e forniture è alla francese.

La nuova Revisione dei Prezzi per lavori, servizi e forniture

La nuova Revisione dei Prezzi per lavori, servizi e forniture, sarà sul modello francese. E’ quanto emerso dallo studio in essere sulla materia, presso il Ministero delle Infrastrutture. Lo stesso in ottemperanza dell’articolo 60 del Codice dei Contratti, Decreto Legislativo 31.3.2023 n°36, sarà una volte per tutte un sistema che si attiva nei seguenti casi:
• Contratti di lavori, servizi e forniture;
• Particolari condizioni di natura oggettiva, non prevedibili al momento della formulazione dell’offerta;
• Ad un dato quantitativo della oltre il 5% variazione dei costi;
• Nel contesto di incertezza economica e di eventi imprevedibili.
Come avviene il calcolo della revisione prezzi alla francese?
Saranno individuati principalmente:
• 21 indici che definiranno le categorie delle lavorazioni, oggetto delle prestazioni di contratto;
• Ci sarà un’alea contrattuale del 5% al di sotto della quale non ci sarà Revisione prezzi;
• Gli indici saranno sintetici, delle variazioni dei prezzi relativi ai contratti di lavori, servizi e forniture,
• Saranno indici approvati dall’Istat, con proprio provvedimento entro il 30 settembre di ciascun anno, d’intesa con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
• Il meccanismo, si attiverà quando ci sarà una variazione del prezzo superiore o inferiore al 5% e sarà riconosciuta per l’80% dell’importo calcolato.
Per cui, in pratica, come detto, il calcolo sella revisione prezzi, avverrà mediante i 21 indici che definiranno le categorie delle lavorazioni oggetto delle prestazioni di contratto, paragonando tali costi al 30 settembre di ogni anno a quelli in contratto ed oggetto dell’offerta. L’incremento od il decremento, del prezzo sarà riconosciuto solo se superiore all’alea contrattuale del 5%, e dall’importo finale (quantità x maggior/minor prezzo) che definirà un l’incremento o decremento (oltre il 5%) di importo sarà riconosciuto soltanto l’80%.
Il sistema sarà certo, e non discrezionale da parte della Stazione Appaltante. Da dove saranno attinte le risorse economiche per far fronte alle somme per il pagamento dei maggiori importi? La prima ipotesi riguarda le risorse appositamente accantonate per gli imprevisti nel quadro economico di ogni progetto, ovvero si potranno utilizzare i risparmi derivanti dai ribassi d’asta. Terza ipotesi, potranno essere presi dalle somme disponibili delle stazioni appaltanti, risparmiati per altri lavori, che sono stati già ultimati e collaudati, e quindi ad altri quadri economici di progetto

Leggi anche:

REVISIONE PREZZI: la compensazione dei prezzi degli appalti valida anche per tutto il 2024

NUOVO CODICE APPALTI: ma come funziona oggi la revisione prezzi contrattuale negli appalti?

REVISIONE PREZZI: le date utili per il calcolo delle compensazioni dei prezzi

REVISIONE PREZZI: in 5 punti come devono richiedere il contributo le Stazioni Appaltanti

SPECIALE CODICE APPALTI: la revisione prezzi nella rielaborazione del codice

COME FARE PER: calcolare la revisione prezzi nei lavori

REGOLAMENTO APPALTI: ritorna la revisione prezzi contrattuale?

NUOVO CODICE APPALTI: la nuova revisione dei prezzi sarà redatta con gli indici sintetici?

CANTIERE: ci sarà anche per il 2024 la compensazione dei prezzi dell’edilizia negli appalti?

CANTIERE: è giusto richiedere la compensazione dei prezzi degli oneri della sicurezza?

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here