domenica, Maggio 26, 2024

I QUESITI A EDILBUILD.IT:  l’anticipazione di cui al comma 1 dell’articolo 125 del Decreto Legislativo 31.3.2023 n°36 va applicata anche agli atti aggiuntivi?

Sonia Brusco – chiede –: nel caso di lavori pubblici, ove il bando di gara, prevede l’anticipazione ai sensi dell’articolo 125 del Decreto Legislativo 31.3.2023 n°36, la stessa può essere richiesta anche per gli atti aggiuntivi contrattuali.
Edilbuild.it – risponde – Ricordiamo che il comma 1 dell’articolo 125 del Decreto Legislativo 31.3.2023 n°36, prevede l’obbligo per la stazione appaltante di erogare un’anticipazione sul prezzo di appalto, sempre che sia stato firmato il contratto, inizino i lavori e sia costituita la relativa fidejussione a garanzia dell’appalto. Per quanto riguarda gli atti aggiuntivi, la stazione appaltante, e l’appaltatore, concordano prestazioni riguardanti ulteriori lavorazioni rispetto a quelli contrattuali principali, ed anche per questo, va riconosciuta la stessa anticipazione se ricorrono i stessi requisiti, firma atto aggiuntivo, inizio lavori e costituzione di fidejussione a garanzia. 

Leggi anche:

I QUESITI A EDILBUILD.IT: qual è il titolo edilizio per la sostituzione degli infissi

I QUESITI A EDILBUILD.IT: l’importo per il certificato di regolare esecuzione

I QUESITI A EDILBUILD.IT: L’anticipazione del 20% dell’importo contrattuale

I QUESITI A EDILBUILD.IT: quali sono le categorie Soa per poter effettuare lavori dei Bonus dell’Edilizia

I QUESITI A EDILBUILD.IT: l’attestazione Soa è obbligatoria per gli appalti privati?

I QUESITI A EDILBUILD.IT: in che consiste l’inversione procedimentale nelle gare di appalto?

I QUESITI A EDILBUILD.IT: gli adempimenti per installare un ascensore in un albergo

ASSISTENZA AMMINISTRATVA E CONTABILE SUGLI APPALTI DA EDILBUILD.IT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli correlati