lunedì, Marzo 4, 2024

LAVORI PUBBLICI: gli appalti digitali dall’1.1.2024, ma cosa cambia?

Appalti digitali

Appalti digitali dall’1.1.2024, ma cosa cambia? La gestione delle gare di appalto, da parte delle stazioni appaltanti dovrà essere su piattaforme certificate. Per cui, alcune stazioni appaltanti non in possesso di piattaforme certificate dovranno utilizzare quelle in possesso di altri soggetti, questi ultimi, possono essere altre stazioni appaltanti, ovvero centrali di committenza. Le stesse piattaforme, saranno utili e necessarie per tutta la gestione dell’appalto. Per cui le stesse piattaforme, devono essere tassativamente utilizzate per la :
• Programmazione;
• Progettazione;
• Pubblicazione delle gare di appalto;
• Affidamento ed esecuzione dei contratti;
• Trasmissione dei dati e documenti alla Banca Dati Anac;
• Accesso alla documentazione di gara;
• Presentazione del Documento di gara unico europeo;
• Presentazione delle offerte;
• Apertura, gestione e conservazione del fascicolo di gara;
• Il controllo tecnico, contabile e amministrativo dei contratti in fase di esecuzione;
• Gestione delle garanzie
Inoltre, finalmente, sarà operativo il Fascicolo virtuale dell’operatore economico, per l’accesso alle informazioni dell’operatore economico, al fine di facilitare la verifica del possesso dei requisiti, e l’assenza di cause di esclusione, di un operatore economico, permettendo di accedere a notizie riguardanti il casellario giudiziale, il certificati antimafia nonchè regolarità fiscale e contributiva.
Come funzionerà la pubblicazione degli atti? La pubblicità degli atti di gara, sarà assicurata dall’Anac mediante la propria Banca Dati, nonché attraverso pubblicazioni dell’Unione Europea. Per questo la documentazione di gara, ed il collegamento con la Banca dati nazionale dei contratti pubblici, sarà sempre disponibile con :
• Le piattaforme digitali;
• I siti istituzionali delle stazioni appaltanti.

Leggi anche:

GARE DI APPALTO: gli importi delle soglie comunitarie per gli appalti per il 2024

GARE DI APPALTO: il soccorso istruttorio ha una data di scadenza

GARE DI APPALTO:  no al  criterio del prezzo più basso, per i servizi di coordinamento per la sicurezza in fase di esecuzione.

GARE DI APPALTO:  no al  criterio del prezzo più basso, per i servizi di coordinamento per la sicurezza in fase di esecuzione.

GARE DI APPALTO: i requisiti richiesti devono essere dimostrati dal concorrente e non integrati con il soccorso istruttorio.

GARE DI APPALTO: un esempio pratico sullo scorporo della manodopera nelle offerte

GARE DI APPALTO: offerte anomale, il contraddittorio del Rup, è soddisfatto dalla richiesta di giustificazioni

GARE DI APPALTO: Offerta Economicamente più Vantaggiosa con un solo parametro numerico?

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here