COME FARE PER:… calcolare gli oneri della sicurezza nei Piani di Sicurezza e Coordinamento.

Nell’ambito della progettazione dei Piani di Sicurezza e Coordinamento è fondamentale effettuare la stima dei costi della sicurezza ,al fine di evidenziare nel progetto, l’importo afferente la sicurezza del cantiere e non ribassabili contrattualmente dall’appaltatore in fase di gara.
I costi che vanno stimati sono:
a) gli apprestamenti previsti nel PSC, ovvero di quanto necessario per tutelare la salute e la sicurezza del Lavoratore in Cantiere. Un esempio è dato da: Impalcati, parapetti, ponteggi, protezioni e quanto altro;
b) le misure preventive e protettive e dei dispositivi di protezione individuale eventualmente previsti nel PSC per lavorazioni interf, Tuta completa erenti. Un esempio è dato da: Sistema anticaduta a funzionamento automatico, Cinture di sicurezza, Cuffie antirumore.
c) gli impianti di terra e di protezione contro le scariche atmosferiche, degli impianti antincendio, degli impianti di evacuazione fumi. Essi sono tutti gli impianti temporanei per la protezione atmosferica, antincendio e di evacuazione del Cantiere,
d) dei mezzi e servizi di protezione collettiva; un esempio sono tutti i DPI di protezione collettiva quelli che vanno dalla illuminazione di emergenza segnaletica di sicurezza, agli avvisatori acustici, ai mezzi di gestione delle emergenze.
e) delle procedure contenute nel PSC e previste per specifici motivi di sicurezza derivanti dal contesto come ad esempio bonifiche ambientali in aree da utilizzare per l’impianto del cantiere ovvero di aree da bonificare perché diverranno aree di lavoro.
f) degli eventuali interventi finalizzati alla sicurezza e richiesti per lo sfasamento spaziale o temporale delle lavorazioni interferenti e riguardanti gli interventi finalizzati alla sicurezza delle singole lavorazioni.
g) delle misure di coordinamento relative all’uso comune di apprestamenti, attrezzature, infrastrutture, mezzi e servizi di protezione collettiva xome possono essere tutte le attività di informazione, formazione e addestramento dei Lavoratori dell’Impresa per l’accesso alle aree di lavorazioni ed all’esecuzione degli stessi.
La stima dei costi della sicurezza deve essere redatta:
1. in modo analitico per voci singole, a corpo o a misura,
2. riferita ad elenchi prezzi standard o specializzati,
3. basata su prezziari o listini ufficiali vigenti nell’area interessata,
4. basata sull’elenco prezzi delle misure di sicurezza del committente;
5. ad analisi costi complete e desunte da indagini di mercato.
In caso di varianti al Progetto, la relativa perizia di variante riporterà i costi, calcolati come sopra detto per i maggiori lavori da eseguirsi e con integrazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento.
Ricordiamo inoltre che Il direttore dei lavori, contabilizza e paga l’importo relativo ai costi della sicurezza, solo previa approvazione del coordinatore per l’esecuzione dei lavori.

Leggi anche: GESTIONE CANTIERE E SICUREZZA: il calcolo dei costi della sicurezza dell’Impresa. o anche SICUREZZA CANTIERE: la differenza tra i costi gli oneri della sicurezza aziendali e i costi della sicurezza di un appalto (seconda parte). o anche COME FARE PER: ….stimare i costi della sicurezza in un progetto.
;

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.












Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

I Video dell’Edilizia

Proposte d’Acquisto