martedì, Agosto 3, 2021

EDILIZIA: quali sono le procedure e le modalità da rispettare per l’affidamento diretto

Nell’ambito della procedura prevista dall’istituto dell’affidamento diretto introdotto dalla legge 11 settembre 2020, n. 120 e ribadita dal Decreto Semplificazioni, sono da tener presenti alcune fondamentali punti. In particolare va redatta una determina nella quale siano contemplati tutta la procedura dell’articolo 32 del decreto legislativo n. 50 del 2016, tra cui vi è la fondamentale verifica dei requisiti. Inoltre per le procedure negoziate le stazioni appaltanti operano le loro scelte mediante:
• il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa
• il criterio del prezzo più basso.
Inoltre, le Stazioni Appaltanti, con criterio del prezzo più basso, devono provvedere a all’esclusione automatica dalla gara delle offerte che presentano una percentuale di ribasso pari o superiore alla soglia di anomalia.
Ricordiamo a tal proposito che la soglia anche in questo caso va calcolata mediante l’utilizzo dei commi 2, 2-bis e 2-ter, dell’articolo 97,del decreto legislativo n. 50 del 2016. Vanno inoltre applicati i pincipi di:
• trasparenza,
• di non discriminazione
• di parità di trattamento
• del rispetto dell’articolo 30 del decreto legislativo n. 50 del 2016.

Leggi anche:

GARE DI APPALTO: affidamento diretto di lavori e servizi dopo il Decreto Semplificazioni

GESTIONE APPALTI: quando la figura del Responsabile Unico del Procedimento può anche essere Direttore dei Lavori

NUOVO CODICE DEGLI APPALTI: cosa è cambiato nelle procedure di affidamento.

GARE DI APPALTO: come cambia l’esclusione automatica dopo il Decreto Semplificazione

GARE DI APPALTO: anche con solo cinque offerte opera l’esclusione automatica.

GARE DI APPALTO: le spese generali in fase di offerta si suddividono in spese fisse e spese variabili

GARE DI APPALTO: l’elenco delle voci che compongono gli oneri aziendali

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here