IMPRESE APPALTATRICI: anche l’Anac sollecita il pagamento degli stati di avanzamento lavori.

L’Autorità Nazionale Anticorruzione in attuazione delle vigenti normative ha richiesto mediante Atto di segnalazione n. 5 del 29 aprile 2020 in relazione a quanto previsto dall’articolo 107 del Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50 e dagli articoli 10, 14 e 23 del decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 7 marzo 2018, n. 49, di segnalare al Governo e al Parlamento, una proposta normativa che chiarisca in particolar modo il comportamento che devono avere le stazioni appaltanti in merito alla sospensione dei lavori ed al relativo dettato normativo di pagamento dei lavori eseguiti fino alla data di sospensione.
In particolare l’Anac palesa la necessità,  in relazione alle lavorazioni eseguiti fino alla sospensione dei lavori a causa dell’emergenza da Covid 19, che le Stazioni appaltanti possano procedere all’emissione degli stati di avanzamento lavori necessari al pagamento delle imprese appaltatrici derogando anche le disposizioni della documentazione di gara e del contratto, dove talvolta sono previste soglie minime per l’emissione dei Sal.

Leggi anche: EDILIZIA: è legge il pagamento dei sal per lavori, in deroga ai contratti per il Covid 19 oppure IMPRESE APPALTATRICI: il pagamento degli stati di avanzamento entro 30 giorni dall’emissione. o anche CONTABILITA’DEI LAVORI: come fare per riportare lo sconto dell’anticipazione negli stati di avanzamento dei lavori.

Leggi o scarica Anac atto segnalazione 385-2020

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.













Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

I Video dell’Edilizia

Proposte d’Acquisto