STAZIONE APPALTANTE: quando non va richiesta la fidejussione provvisoria del 2% sugli appalti?

Per gli affidamenti di cui al comma 2 a) ovvero di importo inferiore ai 40.000 euro, effettuati mediante affidamento diretto senza consultazione di altre imprese, o per lavori in amministrazione diretta, è facoltà della Stazione Appaltante, di non richiedere alcuna garanzia provvisoria, così come recita il comma comma 1 ultimo periodo dell’articolo 93 del D. Lgs 50/2016 e smi.
In effetti, da come è facile immaginare, negli affidamenti diretti, la Stazione Appaltante, seleziona le imprese secondo i criteri di serietà ed attendibilità, per cui talvolta, è inutile richiedere una garanzia eventualmente volta a garantire l’offerta dell’impresa a cui viene affidato il lavoro.

Leggi anche: GARE DI APPALTO: la funzione della cauzione del 2% provvisoria.  oppure I PROFESSIONISTI DELL’EDILIZIA: la cauzione del Progettista.  o anche IMPRESE APPALTATRICI: nuove modifiche al codice degli appalti la riduzione della cauzione all’80%?

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.














Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

Proposte d’Acquisto