sabato, Febbraio 24, 2024

IMPRESE APPALTATRICI: nuove modifiche al codice degli appalti – la riduzione della cauzione all’80%?

Bau-Handwerker

 

 

 

 

 

Ancora modifiche al Codice degli Appalti, questa volta dalla Legge 28 dicembre 2015, n. 221 che riguarda le” Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”

In particolare l’articolo 16 della Legge 28 dicembre 2015, n. 221 che riguarda le “Disposizioni per agevolare il ricorso agli appalti verdi”, prevede una sostanziale modifica all’articolo 75, comma 7, del codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, (decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, e s.m.i.) inserendo, oltre alla già legiferata riduzione dell’’importo della garanzia, e del suo eventuale rinnovo ridotto del cinquanta per cento (per gli operatori economici ai quali venga rilasciata  da organismi accreditati, ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000, la certificazione del sistema di qualita’ conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000), un’ulteriore riduzione dell’’importo della garanzia e del suo eventuale rinnovo del 30 per cento, per gli operatori economici in possesso di registrazione al sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS), ai sensi del regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009, o del 20 per cento per gli operatori in possesso   di certificazione ambientale ai sensi della norma UNI EN ISO 14001.

Per cui, con detta norma, «nei contratti relativi a lavori, ma anche per lavori, servizi o forniture, l’importo della cauzione a garanzia dell’offerta potrà essere ridotta di un’ulteriore 30% (oltre al 50% come indicato sopra) per l’utilizzo di sistemi di attestazione dell’organizzazione aziendale, come Emas, o della qualità dei prodotti, come Ecolabel.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here