GARE DI APPALTO: l’elenco delle voci che compongono gli oneri aziendali

L’articolo 95 del D Lgs 50/2016 e smi, impone di dichiarare gli oneri della sicurezza aziendali nell’offerta delle gare di appalto.
Il comma 10 dell’articolo 95 del D Lgs 50/2016 e smi, enuncia che: “Nell’offerta economica l’operatore deve indicare i propri costi della manodopera e gli oneri aziendali concernenti l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro ad esclusione delle forniture senza posa in opera, dei servizi di natura intellettuale e degli affidamenti ai sensi dell’articolo 36, comma 2, lettera a).
Ricordando, altresì, che gli oneri della sicurezza aziendali non solo vanno indicati nell’offerta economica delle gare di appalto, ai sensi di detto comma 10 dell’articolo 95 del D Lgs 50/2016 e smi, ma che gli stessi devono poi essere giustificati, in caso di offerta risul tata anomala, ai sensi del comma 5, lettera d) dell’articolo 95 del D Lgs 50/2016 e smi.
Per cui, quali sono le voci che compongono gli oneri della sicurezza aziendali, individuabili come costi propri del concorrente e rapportati all’appalto per il quale formalizza la relativa offerta?
Essi sono individuabili nella stima di 11 tipologie di vooci di spesea a carico del concorrente:
1. Misure per la Per le attività svolte dal Servizio di Prevenzione e Protezione dei Rischi;
2. Per la Formazione, Informazione e Addestramento;
3. Per la Sorveglianza sanitaria;
4. Per la Gestione delle Emergenze;
5. Per la pianificazione: redazione documenti;
6. Per l’uso delle attrezzature di lavoro;
7. Per DPI/DPC PI/;
8. Per la Gestione delle Emergenze;
9. Per le Spese amministrative varie;
10. Spese di adeguamento cantiere in osservanza del D.Lgs. 81/2008;
11. Spese per Impianto, manutenzione, illuminazione e ripiegamento finale dei cantieri inclusi i prezzi per l’utilizzazione di aree diverse da quelle poste a disposizione dal committente;
Vediamo il dettaglio delle singole spese:
Misure per la Per le attività svolte dal Servizio di Prevenzione e Protezione dei Rischi
Rientrano tra queste, quelle previste per la Gestione del Rischio Aziendale e possiamo indicarle come di seguito:
• Costi per il responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione;
• Costi per Addetto/i al Servizio Prevenzione e Protezione Rischi;
• Costi per la Riunione periodica;
• Altri costi legati alle attività svolte dal Servizio di Prevenzione e Protezione dei Rischi.
Costi per la Formazione, Informazione e Addestramento
Rientrano tra questi costi quelli previste sempre per la Gestione del Rischio Aziendale e possiamo indicarle come di seguito:
• Costi per le Informazione alle maestranze;
• Costi per le formazione obbligatoria alle maestranze;
• Costi per l’addestramento obbligatorio;
• Altri costi legati alle attività svolte di formazione
Costi per la Sorveglianza sanitaria
• Costi per medico competente (svolgimento dell’attività);
• Costi per sorveglianza sanitaria;
• Costi per Visite mediche;
• Altri costi legati alle attività svolte di sorveglianza sanitaria.
Costi per la Gestione delle Emergenze
• Costi per il Primo soccorso, per le attrezzature di primo soccorso, le cassette di medicazione ecc.
• Costi per il Personale addetto/i al Primo soccorso per la formazione, l’aggiornamento ecc.
• Costi per la prevenzione incendi per estintori ed altro materiale adatto all’obiettivo;
• Costi per il Personale addetto/i alla Prevenzione incendi per la relativa formazione, l’aggiornamento ecc.
Costi per la pianificazione: redazione documenti:
• Costi per la redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR).
Costi per l’uso delle attrezzature di lavoro:
• Costi per le attività per la manutenzione dei requisiti di sicurezza delle attrezzature lavoro aziendali e per le attività di cui all’allegato XV.1 punto 2 DLgs 81/2008;
Costi per DPI/DPC
• Costi per DPI dati in uso ai Lavoratori non previsti PSC;
• Costi per DPC dati in uso ai Lavoratori non previsti PSC;
• Altri costi per dispositivi dati in uso ai Lavoratori non previsti PSC.
Costi per Spese amministrative varie
• Costi per il sistema di gestione sicurezza aziendale PHSAS 18001;
• Costi per l’adozione ed attuazione di modelli organizzazione e gestione della sicurezza asseverati da organismi paritetici;
• Costi per altre spese amministrative.
Misure di prevenzione per la gestione dei rischi connesse alle lavorazioni contestualizzate nel singolo appalto tipo:
1. Spese di adeguamento cantiere in osservanza del D.Lgs. 81/2008;
2. Impianto, manutenzione, illuminazione e ripiegamento finale dei cantieri inclusi i prezzi per l’utilizzazione di aree diverse da quelle poste a disposizione dal committente;
Per le spese di adeguamento cantiere in osservanza del D.Lgs. 81/2008 abbiamo le seguenti spese:
• Spese per informazione e formazione ed addestramento integrativo ed ulteriore sui rischi specifici presenti in cantiere a tutto il personale lavorativo;
• Spese per Dispositivi di Protezione Individuale e per Dispositivi di Protezione C specifici per le lavorazioni previste in cantiere;
• Spese per la redazione del Piano Operativo per la Sicurezza, per il Piano Speciale per la Sicurezza, Dispositivo Unico di Valutazione dei Rischi individuali qualora siamo in mancanza del Piano di Sicurezza e Coordinamento,
• Spese per la redazione del Piano Rimozione Amianto, del PiMUS, del Piano delle Emergenze, delle relazioni per il rumore, per le vibrazioni, per il rischio chimico, per lo stress correlato;
Per le spese per l’impianto, manutenzione, illuminazione e ripiegamento finale dei cantieri inclusi i prezzi per l’utilizzazione di aree diverse da quelle poste a disposizione dal committente:
• Le spese per gli oneri relativi alla Gestione dei rifiuti di cantiere;
• Le spese per gli relativi alla cartellonistica e segnaletica di cantiere;
• Le spese per installazione di sistemi trattenimento polveri e schegge (intavolati, reti, mantovane, ecc.)
• Le spese per installazione di accesso e delimitazione di cantiere salute sicurezza dei lavoratori;
• Le spese per installazione di impalcati e tettoie per la protezione postazioni fisse di lavoro da caduta dall’alto del materiale;
• Le spese per installazione installazione supporti / contenitori sicuri per approvvigionamento dei materiali;
• Le spese per sistemi per l’approvvigionamento dell’acqua;
• Le spese per la predisposizione di viabilità del cantiere;
• Le spese per gli allacciamenti e le utenze;
• Altre spese per l’impianto, manutenzione, illuminazione e ripiegamento finale dei cantieri inclusi i prezzi per l’utilizzazione di aree diverse da quelle poste a disposizione dal committente

Leggi anche:

GARE DI APPALTO: un esempio pratico di come si calcola un’offerta anomala nell’OEPV

GARE DI APPALTO: affidamento diretto di lavori e servizi dopo il Decreto Semplificazioni

GARE DI APPALTO: cosa cambia con il Decreto Rilancio in tema di appalti

GARE DI APPALTO: sospeso il pagamento del contributo per la partecipazione alle gare di appalto

GARE DI APPALTO: le procedure di affidamento ed il Covid-19.

GARE DI APPALTO: la funzione della cauzione del 2% provvisoria.

GARE DI APPALTO: la congruità della manodopera deve rispettare i tempi di lavorazione.

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.


















Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

Proposte d’Acquisto