GARE DI APPALTO: un esempio pratico per come si calcola un’offerta anomala nell’OEPV

Nelle gare di appalto espletate mediante l’Offerta Economicamente più Vantaggiosa, la stessa è anomala qualora i punteggi acquisiti per le ponderazioni, risultano essere pari o superiore ad un coefficiente calcolato. Ricordiamo che nell’ Offerta Economicamente più Vantaggiosa, in genere, sono posti nell’offerta due criteri essenziali: il criterio qualitativo ed il criterio quantitativo. Ricordiamo in breve che, il criterio quantitativo, è quello riguardante le offerte di migliorie che il concorrente può offrire alla stazione appaltante, al fine di far raggiungere a quest’ultima gli obiettivi che si è preposta. Il criterio quantitativo è dato dal fattore prezzo e tempo, e quindi il ribasso offerto ed il tempo offerto, per la realizzazione dei lavori. Quest’ultimo fattore, non può essere maggiore del 30% come previsto dalla vigente normativa. Proviamo a fare un esempio pratico per capire come si calcola la soglia di anomalia. In una gara poniamo che l’elemento qualitativo ha una ponderazione pari a 70 punti massimi, e che l’elemento quantitativo ha una ponderazione pari a 30 punti massimi. L’offerta anomala, è quella che per entrambe le ponderazioni sia di valore uguale o superiore ai 4/5 dei valori evidenziati, ovvero:
1. elemento qualitativo ponderazione pari a 70 punti massimi: 4/5 di 70 è pari a 56 punti;
2. elemento quantitativo ponderazione pari a 300 punti massimi: 4/5 di 30 è pari a 24 punti;
Per cui, il concorrente che riceve, dalla commissione di gara per l’elemento qualitativo un valore di punteggio pari o superiore a 56 punti e per l’elemento quantitativo un valore di punteggio pari o superiore a 24 punti, risulterà aver fatto un’offerta anomala e dovrà giustificarla ai sensi dell’articolo 97 del Decreto Legislativo 50/2016.

Leggi anche: COME FARE PER: ….il calcolo dell’anomalia con meno di 15 concorrenti e con R < 0,15 nelle gare di appalto.COME FARE PER: ….il calcolo dell’anomalia con più di 15 concorrenti.GARE DI APPALTO: due esempi di calcolo dell’anomalia con l’ultimo Decreto Sblocca Cantieri.

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.
















Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

I Video dell’Edilizia

Proposte d’Acquisto