NORME TECNICHE DI COSTRUZIONE 2018: i controlli per la qualità dei calcestruzzi.

Il calcestruzzo, secondo le Norme Tecniche di Costruzione 2018, deve essere prodotto in regime di controllo di qualità, con lo scopo di garantire che rispetti le prescrizioni definite in sede di progetto.Il controllo si articola nelle seguenti fasi:
• Valutazione preliminare atta a determinare, prima dell’inizio della costruzione delle opere, il calcestruzzo;
• Valutazione della miscela da produrre per il calcestruzzo come da prescrizioni di progetto.
Il controllo di produzione, prevede:
1. Il controllo da eseguirsi sul calcestruzzo nel momento della sua produzione, attraverso una procedura di industrializzazione del calcestruzzo stesso;
2. Il controllo di accettazione, ovvero, il controllo da eseguirsi sul calcestruzzo durante l’esecuzione dell’opera, tale controllo è espletato mediante un prelievo da prelevarsi durante il getto dei relativi elementi strutturali;
3. Il controllo mediante prove complementari, eseguite a complemento delle prove di accettazione;
4. Le prove di accettazione e le eventuali prove complementari, compresi i carotaggi, devono essere eseguite e certificate direttamente dai laboratori .
Il costruttore, rimane il responsabile della qualità del calcestruzzo che pone in opera, e che sarà controllato dal Direttore dei Lavori.
Il costruttore, prima dell’inizio della costruzione dell’opera, deve effettuare:
A) Idonee prove preliminari di studio, atte ad acquisire idonea documentazione relativa ai componenti, per ciascuna miscela omogenea di calcestruzzo da utilizzare, al fine di ottenere le prestazioni richieste dal progetto;
B) Verifica della documentazione di corredo riportante i dati di identificazione, qualificazione e controllo dei prodotti da fornire.                                                                                                                                                                                                                Il Direttore dei Lavori ha lʹobbligo di acquisire, prima dellʹinizio della costruzione, la documentazione relativa alla valutazione preliminare delle prestazioni e di accettare le tipologie di calcestruzzo da fornire, con facoltà di far eseguire ulteriori prove preliminari. Inoltre ha comunque lʹobbligo di eseguire controlli sistematici in corso d’opera per verificare la corrispondenza delle caratteristiche del calcestruzzo fornito rispetto a quelle stabilite dal progetto.

Leggi anche: NORME TECNICHE COSTRUZIONI 2018: il coefficiente termico e le azioni delle temperature. oppure NORME TECNICHE COSTRUZIONI 2018: la relazione geotecnica in edilizia. o anche LE NORME TECNICHE DELLE COSTRUZIONI 2018: le costruzioni in acciaio.

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.













Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

Proposte d’Acquisto