domenica, Aprile 21, 2024

GARE D’APPALTO : meno rigidità per le esclusioni dovute a dichiarazioni mendaci

Per una dichiarazione mendace in fase di gara, il divieto di partecipazione ad altre gare può essere comminato al massimo per un anno.

Tali sanzioni di carattere amministrativo sono stata riviste, come sono state riviste le possibili segnalazioni che vanno ad annotarsi sui Casellari dei Contratti Pubblici riguardanti le imprese.

Oggi, come detto le pene amministrative vanno da un massimo di un anno di stop a decrescere, e vengono comminate in funzione del reato amministrativo commesso e soprattutto poste direttamente dall’Autorità di Vigilanza dei lavori Pubblici.

Le annotazioni nel suddetto Casellario dei Contratti Pubblici, vanno dalle infrazioni meno gravi, come multe non pagate, cartelle esattoriali in protesto o piccoli reati edilizi di carattere privato, negligenze che vanno punite con ammende più leggere fino alla sospensione totale dalla partecipazione alle gare, magari anche per un anno, per i reati gravi.

Però tutt’altra cosa sono le dichiarazioni false, il reato maggiormente ricorrente in fase di gara, ma  talvolta frutto di mero errore o di altra omissione commessa in buona da parte dell’Amministratore dell’Impresa.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here