sabato, Aprile 20, 2024

Il RISULTATO DEL SONDAGGIO: si alla valutazione delle offerte anomale

Dal sondaggio che abbiamo proposto i risultati sono chiari e netti, infatti l’87% ha votato in modo favorevole affinchè nelle offerte anomale per le gare di lavori pubblici, sia giusto effettuare una valutazione dei giustificativi dei prezzi offerti.

Tale presupposto conferma indirettamente l’approvazione delle gare che prevedano un sistema di massimo ribasso pur non escludento l’offerta economicamente più vantaggiosa con la verifica anche in questo caso dell’anomalia.

Oggi però, come ben sappiamo, seppur a discrezione della Stazione Appaltante, si è riproposta nelle gare di appalto dei lavori, l’esclusione dirette delle offerte anomale, ad oggi  valida per importo da 1 a 4.850.000 Euro (questa soglia diventerà 5.000.000 di euro a partire dall’1.1.2012 vedi articolo del 18.12-2011).

Anche noi siamo per il ripristino del massimo ribasso, quantomeno per importi che vanno da 500.000 Euro in su, con una valutazione attenta dei giustificativi prodotti a verifica dell’anomalia.

 Questo sistema darebbe certezza della ponderazione dell’offerta soprattutto dopo l’introduzione del calmiere alla iscrizione delle riserve, (vedi approfondimento del 18.12.11), con l’introduzione dei giustificativi di gara come previste dalla vigente normativa, con una maggiore sensibilizzazione alla valutazione della manodopera nell’ambito dei giustificativi.

Altresì il suddetto sistema permetterebbe risparmi sostanziali alle Stazioni Appaltanti, visto che il massimo ribasso rispetto alla media dei ribassi, permetterebbe di recuperare importi da investire per altri lavori e quindi incentivando altresì ulteriori lavori, in un momento in cui la mancanza di investimenti sta minando il sistema delle piccole e medie imprese dedite alla realizzazione di lavori pubblici.

Per finire il13 % ha votato per il no ad una attenta valutazione dei giustificativi di gara, pensando evidentemente a forme di valutazione alternative.

(Riproduzione riservata)

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here