DECRETO SEMPLIFICAZIONE: la legittimità dell’immobile è desumibile anche dalle informazioni catastali

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 178 del 16 luglio 2020 il decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76 (detto anche decreto semplificazioni). L’articolo 10 del Decreto Semplificazione che si intitola “Semplificazioni ed altre misure in materia edilizia” ha modificato in modo sostanziale la prova della legittimità dell’immobile, come indicata nell’art. 10 c1 lett d del Decreto Semplificazione che è intervenuto all’articolo 9 bis, comma , del Dpr 380/2001, dove è stato aggiunto un comma 1 bis che prevede per la legittimità dell’immobile che puo’ essere provata sia dal relativo titolo abilitativo, con il quale si è realizzato l’immobile, ovvero con i titoli successivi per la modifica dello stesso. Per gli immobili realizzati in un’epoca nella quale non era obbligatorio acquisire il titolo abilitativo edilizio, la legittimità si puo rilevare anche dalle risultanze catastali, o di altri documenti probanti che possono essere riprese fotografiche, estratti cartografici, documenti d’archivio, di cui pero vi sia la certa provenienza.

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.













Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

I Video dell’Edilizia

Proposte d’Acquisto