domenica, Maggio 26, 2024

GARE D’APPALTO: la mancata indicazione di un prezzo è causa d’esclusione

Nell’offerta prezzi, la mancata indicazione di un prezzo comporta l’esclusione del concorrente.

E’ quanto disposto dalla Sentenza n. 42 del 7 febbraio 2013 del  Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa di Trento.

Riguarda una gara d’ appalto in cui uno dei concorrenti vistosi escluso da una procedure di affidamento, ha proposto un ricorso presso il Tribunale suindicato.

In particolare,  la Sentenza. ribadendo la mancanza del concorrente sulla “Lista delle categorie e forniture” e verificava che già l‘invito a licitazione prevedeva già l’esclusione “automatica” del concorrente che avesse omesso l’indicazione anche di un solo prezzo unitario espresso in lettere nella lista delle lavorazioni.

Pertanto, in presenza di un’offerta economica costituita da una lista delle categorie, mancante di un prezzo,la Commissionedi Gara non poteva fare altro che applicare la prescrizione della lex specialis che risultava obbligatoria e vincolante per la commissione valutatrice, la quale ha imposto il predetto adempimento a pena di esclusione.

Inoltre, la suddetta Sentenza, ha evidenziato che “l’offerta è espressa, come nel caso di specie, in termini di prezzi unitari e questi ultimi sono frutto di scelte insindacabili delle imprese concorrenti, fissi ed immutabili” per cui, “l’indicazione dei prezzi unitari costituisce un elemento essenziale dell’offerta, come si evince anche dall’art. 119 del D.P.R. n. 207/2010”.

Ha altresì sottolineato che “la verifica dei conteggi” si effettua tenendo per validi e immutabili i prezzi unitari“e quindi, “l’omessa indicazione anche di uno solo di detti importi, preclude il controllo dell’offerta e del conteggio in essa riportato”

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here