GARE DI APPALTO: la richiesta del codice identificativo di gara (CIG)..come fare?

GARE DI APPALTO: la richiesta del codice identificativo di gara (CIG)..come fare?

Ricordiamo che il codice identificativo di gara (CIG) è un codice alfanumerico, emesso dal Sistema informativo monitoraggio gare( SIMOG) dell’Anac, che viene richiesto per il singolo appalto e che ha il preciso scopo: a) di indicare una procedura di selezione del contraente b) dare la la tracciabilità dei flussi finanziari riguardante la procedura e l’appalto di cui al punto a); c) assicurare l’adempimento degli obblighi contributivi per l’appalto; d) dare il controllo sulla spesa pubblica.
Il Cig trova la sua origine normativa nel comma 1 dell’art. 3, della L. 13/08/2010, n. 136 (come modificato dalla L. 17/12/2010, n. 217), ed a questo devono far riferimento i concessionari, gli appaltatori, i subappaltatori e i subcontraenti sia nelle gare di appalto, che nei relativi lavori.
Inoltre il comma 5 dell’art. 3, della L. 13/08/2010, n. 136, prevede che i sistemi di pagamento riguardante il singolo appalto, riportino in modo inequivocabile appunto il codice identificativo di gara (CIG).
Esistono diverse tipologie di Cig:
• CIG Master che riguarda le procedure di affidamento con più lotti;
• CIG Derivato che riguarda i contratti da stipularsi mediante accordi quadro;
• CIG Semplificato o smart Cig per affidamenti importi minimi;
Quando acquisire il Cig?
• Per le procedure di affidamento con pubblicazione del bando: prima della pubblicazione del bando che dovrà riportare lo stesso CIG;
• Per le procedure che prevedono la partecipazione dei concorrenti mediante invito: prima dell’invio della lettera di invitoche dovrà riportare lo stesso CIG;
• Per gli acquisti senza bando di gara, avviso o lettera di invito: prima della stipula del contratto.
Cosa deve fare il Responsabile Unico del Procedimento?
• Entro 90 giorni dall’acquisizione del CIG, deve collegarsi al Simag inserendo: data di pubblicazione del bando, avviso o lettera di invito, la data prevista per la presentazione delle offerte.
• Entro 90 giorni dall’acquisizione del CIG deve provvedere alla cancellazione dello stesso dal dal sistema SIMOG se la Stazione Appaltante ritiene di non intervenire.
Cosa succede se il Responsabile Unico del Procedimento non ottempera?
• Se entro i giorni previsti non ottempera, il sistema SIMOG procede automaticamente alla cancellazione del CIG, ovvero causa altresì la violazione delle norme sulla trasmissione delle informazioni obbligatorie all’Autorità, sulla contribuzione di gara e sulla tracciabilità dei pagamenti,
• Si applica quanto previsto dall’art. 213, commi 9 e 13, del D. Leg.vo 50/2016.

Leggi anche: SPECIALE NUOVO CODICE DEGLI APPALTI: la fissazione dei termini delle gare di appalto. o anche: GARE DI APPALTO: la nomina dei commissari esterni a partire dal 15 gennaio 2018

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.














Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

Proposte d’Acquisto