GARE DI APPALTO : come fare per effettuare la stima degli oneri della sicurezza aziendali?

Ricordiamo che, nell’ambito dei bandi di gara è richiamato il dettato del comma 5 dell’art. 95 del D. Lgs 50/2016 recita che: “Nell’offerta economica l’operatore deve indicare i propri costi della manodopera e gli oneri della sicurezza aziendali concernenti l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro ad esclusione delle forniture senza posa in opera, dei servizi di natura intellettuale e degli affidamenti ai sensi dell’articolo 36, comma 2, lettera a)del D. Lgs 50/2016. Le stazioni appaltanti, relativamente ai costi della manodopera, prima dell’aggiudicazione procedono a verificare il rispetto di quanto previsto all’articolo 97, comma 5, lettera d).
Ricordiamo anche che
“La stazione appaltante richiede per iscritto, assegnando al concorrente un termine non inferiore a quindici giorni, la presentazione, per iscritto, delle spiegazioni. Essa esclude l’offerta solo se la prova fornita non giustifica sufficientemente il basso livello di prezzi o di costi proposti, tenendo conto degli elementi di cui al comma 4 o se ha accertato, con le modalità di cui al primo periodo, che l’offerta è anormalmente bassa in quanto:…e come riportato al punto… c) sono incongrui gli oneri aziendali della sicurezza di cui all’articolo 95, comma 10, rispetto all’entità e alle caratteristiche dei lavori, dei servizi e delle forniture”
Il problema sia per la Stazione Appaltante prima e poi per l’Operatore Economico, sta nel come e calcolare in modo congruo i suddetti costi della sicurezza aziendale?
Gli oneri aziendali di sicurezza, sono i costi propri, provenienti da costi e rischi specifici o costi aziendali necessari per le lavorazioni da eseguirsi.

Il riepilogo degli oneri della sicurezza aziendali sono evidenziati nella successiva tabella:

TABELLA DEGLI ONERI AZIENDALI DELLA SICUREZZA
Colonna 1 Colonna 2
Misura per la Gestione del Rischio Aziendale Importo stimato per lo specifico appalto
Per le attività svolte dal Servizio di Prevenzione e Protezione dei Rischi Euro
Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione Euro
Addetto/i al SPP Rischi Euro
Riunione periodica Euro
Altro Euro
Per la Formazione, Informazione e Addestramento Euro
Informazione Euro
Formazione obbligatoria Euro
Addestramento obbligatorio Euro
Altro Euro
Per la Sorveglianza sanitaria Euro
Medico competente (svolgimento dell’attività) Euro
Sorveglianza sanitaria Euro
Visite mediche Euro
Altro Euro
Per la Gestione delle Emergenze Euro
Primo soccorso (attrezzature di primo soccorso, B25cassette di medicazione ecc.) (art. 45 DLgs 81/2008) Euro
Personale addetto/i al Primo soccorso (relativa formazione, aggiornamento ecc.) art. 45, comma 2) Euro
 Prevenzione incendi (estintori ecc.) (art. 46 del DLgs 81/2008) Euro
Personale addetto/i alla Prevenzione incendi  (relativa formazione, aggiornamento ecc.) (art. 46, comma 3, lett. b) Euro
Per la pianificazione: redazione documenti Euro
Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) Euro
Per l’uso delle attrezzature di lavoro Euro
Attività per la manutenzione dei requisiti di sicurezza delle attrezzature lavoro aziendali (Allegato XV.1 punto 2 DLgs 81/2008)DLgs Euro
DPI/DPC PI/ Euro
DPI dati in uso ai Lavoratori non previsti PSC Euro
DPC non previsti in PSC Euro
Altro Euro
Spese amministrative varie Euro
Sistema di gestione sicurezza aziendale PHSAS 18001 Euro
Adozione ed attuazione di modelli organizzazione e gestione della sicurezza asseverati da organismi paritetici Euro
Altro Euro
Misure di prevenzione per la gestione dei rischi connesse alle lavorazioni contestualizzate nel singolo appalto N.B. per le voci sotto riportate indicare gli importi relativi alle che hanno carattere per le voci provvisionale e temporaneo e solo in quanto non  computate nel PSC riconducibili alle spese generali. Importo stimato per lo specifico appalto
Spese di adeguamento cantiere in osservanza del D.Lgs. 81/2008 Euro
Informazione e Formazione / Addestramento integrativa ed ulteriore sui rischi specifici presenti in cantiere a tutto il personale lavorativo Euro
DPI e DPC specifici per le lavorazioni previste in cantiere Euro
POS, PSS, DUVRI (in assenza di PSC), Piano rimozione amianto, PiMUS, emergenze, relazioni per rumore, vibrazioni, rischio chimico, stress correlato Euro
Impianto, manutenzione, illuminazione e ripiegamento finale dei cantieri inclusi i prezzi  per l’utilizzazione di aree diverse da quelle poste a disposizione dal committente Euro
Oneri relativi alla Gestione dei rifiuti di cantiere Euro
Oneri relativi alla cartellonistica e segnaletica di cantiere Euro
installazione di sistemi trattenimento polveri e schegge (intavolati, reti, mantovane, ecc.) Euro
Installazione di accesso e delimitazione di cantiere salute sicurezza dei lavoratori Euro
Installazione di impalcati/tettoie per la protezione postazioni fisse di lavoro da caduta dall’alto del materiale Euro
installazione supporti / contenitori sicuri per approvvigionamento dei materiali Euro
Sistemi per l’approvvigionamento dell’acqua euro
predisposizione di viabilità del cantiere euro
Allacciamenti/utenze euro
Altro euro
TOTALE ONERI AZIENDALI DELLA SICUREZZA euro

Per cui sarà onere dell’Operatore Economico redigere la stima degli oneri della sicurezza aziendale come evidenziato.
Diversamente la Stazione Appaltante, in fase progettuale, deve far redigere la Tabella degli Oneri Aziendali, da allegare, per poter poi effettuare la verifica della congruità degli oneri della sicurezza aziendali.
Per la verifica della congruità si applica una formula che fornisce un parametro che viene poi messo i relazione con l’importo indicato in fase di offerta.
La formula è data da:
OAP= (OTSA)x(IOSA)
OAP= Oneri Aziendali Presenti
OTSA= Incidenza Oneri Totali della sicurezza Aziendale storici presunti;
IOSA= Importo Offerto Specifico Appalto
ISO= Importo Sicurezza Offerto
Nel controllo che effettua la Stazione Appaltante provvede alla stima dell’ OTSA (Incidenza Oneri Totali della sicurezza aziendale storici presunti) nell’ordine di una variabile tra il 3% ed il 5% delle spese generali dell’Impresa o Operatore Economico.
Ricordiamo che le sopese generali in un progetto vanno da un’aliquota del 13% al 17% (come previsti dall’art. 32. 2 del Regolamento ((Dpr 207/2010)
Per cui avremo
OTSA= dal 3% al 5% del (dal 13% al 17%)
Se la ISO (Importo Sicurezza Offerto) è coincidente o superiore all’ OAP (Oneri Aziendali Presenti) si ha la congruità degli oneri.
Vediamo gli OTSA potenziali:
3% delle spese generali al 13% = 0,0039
3% delle spese generali al 15% = 0,0045
3% delle spese generali al 17% = 0,0051
4% delle spese generali al 13% = 0,0052
4% delle spese generali al 15% = 0,0060
4% delle spese generali al 17% = 0,0068
5% delle spese generali al 13% = 0,0065
5% delle spese generali al 15% = 0,0075
5% delle spese generali al 17% = 0,0085
Qualora la ISO (Importo Sicurezza Offerto) è in diminuzione > 2% dell’ OAP (Oneri Aziendali Presenti) non si ha la congruità degli oneri, pertanto la Stazione Appaltante dovrà chiedere ai sensi dell’art. 88 c1 del D. Lgs 163/06 per iscritto le giustificazioni di detti oneri, quindi una relazione generale giustificativa, nonché una tabella degli oneri nonché una verifica dei giustificativi a supporto degli importi evidenziati in tabella.

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.
















Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

I Video dell’Edilizia

Proposte d’Acquisto