lunedì, Marzo 4, 2024

EDILIZIA PRIVATA: diventa obbligatorio la trasmissione telematica degli accatastamenti?

Rohbau

 

 

 

 

E’ quanto riportato nella circolare dell’Agenzia delle Entrate prot. 2015/35112 dell’11 marzo 2015 che riguarda l’obbligatorietà della trasmissione telematica, con “Modello unico informatico catastale” (MUIC), per la presentazione degli atti di aggiornamento.

L’obbligo delle procedure telematiche prevede in particolare che i professionisti iscritti agli Ordini e Collegi professionali, abilitati alla presentazione degli atti di aggiornamento catastale, a far data dal 1° giugno 2015, utilizzino le sole procedure telematiche (previste dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia del territorio 22 marzo 2005).

Detti aggiornamenti ed i relativi atti, riguardano in particolare:

  • dichiarazioni per l’accertamento delle unità immobiliari urbane di nuova costruzione (utilizzo procedure Docfa ) ;
  • dichiarazioni di variazione dello stato, consistenza e destinazione delle unità immobiliari già censite (utilizzo procedure Docfa );
  • dichiarazioni di beni immobili non produttivi di reddito urbano, ivi compresi i beni comuni, e relative variazioni (utilizzo procedure Docfa ) ;
  • tipi mappali (utilizzo procedure Pregeo);
  • tipi di frazionamento(utilizzo procedure Pregeo);
  • tipi mappali aventi anche funzione di tipi di frazionamento (utilizzo procedure Pregeo);
  • tipi particellari (utilizzo procedure Pregeo);.

La suddetta circolare prevede, altresì, che in caso di irregolare funzionamento del servizio telematico, l’aggiornamento può essere consegnato su supporto informatico, sottoscritto con firma digitale presso l’l’Ufficio competente territorialmente

 

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here