GESTIONE CANTIERE: le prove di carico statiche.

GESTIONE CANTIERE: le prove di carico statiche.

Nella Gestione del Cantiere, le prove di carico statiche, previste nelle NTC 2018, ordinate sia dal Collaudatore Statico o dal Direttore dei Lavori, hanno la funzione di verificare il comportamento teorico e sperimentale delle strutture. Le stesse sono richieste dal Collaudatore Statico, eseguite dal Direttore Lavori, rese note al Progettista, e proposte al Costruttore per la relativa accettazione. Le stesse devono riportare: le procedure di carico e le prestazioni attese, siano esse deformazioni, livelli tensionali, reazione dei vincoli. Le prove di carico vanno eseguite come prescritte dal Collaudatore statico ed il Direttore dei lavori le fa eseguire assumendone la relativa responsabilità.
Una guida indicativa è riportata nel Capitolo 4 delle NTC, e consentono di valutare il comportamento delle opere sotto le azioni di esercizio fino ad arrivare a indurre le sollecitazioni massime di esercizio.Le prove di carico, a seconda delle loro necessità, possono essere dilungate nel tempo della loro durata , oppure ripetute in più cicli. Le stesse, durante il loro svolgimento è importante verificare:
• Che le deformazioni si accrescano all’incirca proporzionalmente ai carichi;
• Che non si producano fratture, fessurazioni;
• Che non si producano deformazioni o dissesti che possano compromettere la sicurezza o la conservazione dell’opera;
• Che la deformazione residua dopo la prima applicazione del carico massimo non superi una quota parte di quella totale commisurata ai prevedibili assestamenti iniziali di tipo anelastico della struttura oggetto della prova
Qualora lo stato limite sia superato, le prove di carico devono rilevare :
• che la struttura tenda ad un comportamento elastico;
• che la deformazione elastica risulti non maggiore di quella calcolata
Le prove di carico statiche previste dal Collaudatore sono in numero a seconda della struttura da collaudare e possono essere integrate con prove dinamiche sulla struttura. . Il giudizio sui risultati delle prove è competenza del Collaudatore statico.

Leggi anche: GESTIONE CANTIERE E SICUREZZA: come sono organizzati i depositi temporanei rifiuti dell’edilizia? o anche GESTIONE CANTIERE E SICUREZZA: la differenza tra PSC e POS.

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.















Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

I Video dell’Edilizia

Proposte d’Acquisto