domenica, Aprile 14, 2024

GESTIONE APPALTI: il Durc per lavori privati, ritorna valido per tre mesi.

Handwerker mit Helm in der Hand

 

 

 

 

Facciamo riferimento al comma 5 dell’articolo 31 (Semplificazioni in materia di DURC) della Legge 98/2013 di conversione del Decreto Legge “Del fare”.

Il comma 5 suddetto dice che:

Il documento unico di regolarità contributiva (DURC) rilasciato per i contratti pubblici di lavori, servizi e forniture ha validità di centoventi giorni dalla data del rilascio. I soggetti di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b), del regolamento di cui al d.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207, utilizzano il DURC in corso di validità, acquisito per l’ipotesi di cui al comma 4, lettera a), del presente articolo, anche per le ipotesi di cui alle lettere b) e c) del medesimo comma nonché per contratti pubblici di lavori, servizi e forniture diversi da quelli per i quali è stato espressamente acquisito. Dopo la stipula del contratto, i soggetti di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b), del d.P.R. n. 207 del 2010 acquisiscono il DURC ogni centoventi giorni e lo utilizzano per le finalità di cui al comma 4, lettere d) ed e), del presente articolo, fatta eccezione per il pagamento del saldo finale per il quale è in ogni caso necessaria l’acquisizione di un nuovo DURC.”

Equiparando poi con il comma 8-sexies il Durc per lavori edili privati a quello dei lavori edili pubblici:

Fino al 31 dicembre 2014 la disposizione di cui al comma 5, primo periodo, si applica anche ai lavori edili per i soggetti privati”

Pertanto a far data dal 1° gennaio 2015, visto il mancato intervento di qualsiasi norma derogatoria, è da intendersi che la validità del Durc riguardante lavori edili privati è di mesi 3, mentre quella per il Durc per lavori edili pubblici rimane fissato in mesi 4.

Articoli correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here