INCARICHI PROFESSIONALI: gli incentivi del 2% per i tecnici delle amministrazioni.

INCARICHI PROFESSIONALI: gli incentivi del 2% per i tecnici delle amministrazioni.

L’articolo 93, comma 7 bis del Dlgs 163/2006 prevedeva compensi  per i tecnici interni alle amministrazioni per la progettazione, la direzione dei lavori, la vigilanza e i collaudi, nonché agli studi e alle ricerche connessi, oltre agli oneri relativi alla progettazione dei piani di sicurezza e di coordinamento. Infatti le amministrazioni pubbliche “destinavano ad un fondo per la progettazione e l’innovazione risorse finanziarie in misura non superiore al 2 per cento degli importi posti a base di gara di un’opera o di un lavoro”.
Per cui, dette amministrazioni, provvedevano a compensare le varie figure che intervengono nella realizzazione di progetti e nella realizzazione di lavori, nelle modalità suddette o secondo degli accordi interni alle amministrazioni stesse.
Con l’avvento del D.lgs. 50/2016, è subentrato nella regolamentazione il comma 2 dell’articolo 113, appunto del D.lgs. 50/2016 che prevede che “gli oneri inerenti alla progettazione, alla direzione dei lavori ovvero al direttore dell’esecuzione, alla vigilanza, ai collaudi tecnici e amministrativi ovvero alle verifiche di conformità, al collaudo statico, agli studi e alle ricerche connessi, alla progettazione dei piani di sicurezza e di coordinamento e al coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione…” e conclude che “ le amministrazioni aggiudicatrici destinano ad un apposito fondo risorse finanziarie in misura non superiore al 2 per cento modulate sull’importo dei lavori, servizi e forniture, posti a base di gara per le funzioni tecniche svolte dai dipendenti…” per “…incarichi di RUP, di direzione dei lavori ovvero direzione dell’esecuzione e di collaudo tecnico amministrativo ovvero di verifica di conformità, di collaudatore statico ove necessario per consentire l’esecuzione ………”
Su tali incentivi, per il passaggio tra le due normative, non vi sono disposizioni transitorie per cui è fondamentale fare riferimento per l’applicazione della norma, alla tipologia di norma in essere al momento delle avvenute attività da parte dei dipendenti. Inoltre per la loro applicazione era, ed è ancora oggi, necessario un regolamento interno che ne definisca i contenuti e l’applicazione della norma vigente.

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.















Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

I Video dell’Edilizia

Proposte d’Acquisto