GARE D’APPALTO: redigere i giustificativi per le offerte anomale non è semplice – prima parte –

GARE D’APPALTO: redigere i giustificativi per le offerte anomale non è semplice  – prima parte –

 

bauarbeiter

Un argomento che merita attenzione, nella partecipazione alle gare d’appalto,  è quello inerente la redazione dei giustificativi di gara , richiesti dalle Stazioni Appaltanti alle Imprese  nell’ambito delle procedure di affidamento dei lavori.

Tali giustificativi, in genere, sono richiesti per le Imprese le cui offerte risultino anormalmente basse nell’ambito degli esiti di gara.

Come ben sappiamo le giustificazioni alle offerte anomale, possono essere richieste sia nell’espletamento di gare secondo il criterio del  prezzo più basso, sia mediante l’offerta economicamente più vantaggiosa ed ai sensi dell’articolo 87 del D. Lgs 163/06 Codice degli Appalti.

Bene, tali procedimenti, però, possono riguardare, a discrezione della Stazione Appaltante, anche i procedimenti che prevedono l’esclusione automatica degli anomali, pertanto talvolta viene richiesta anche all’Impresa depositaria dell’offerta non anomala di chiarire, mediante giustificativi, la giusta valutazione dell’offerta.

Pertanto da questo si rileva che l’elaborazione dei giustificativi, talvolta diventa essenziale e decisivo per l’aggiudicazione dell’appalto.

Lo scopo delle diverse e puntate che si alterneranno sul presente sito sul quale si parlerà in maniera diretta della redazione dei giustificativi, è quello di rendere inattaccabili i giustificativi redatti dall’Impresa onde impedire esclusioni dalle gare per manifesta anomalia delle offerte proposte alla Stazione Appaltante.

Parte dei suddetti  giustificativi, sono composti dalla redazione di analisi prezzi oggetto della gara che vanno predisposte facendo attenzione alla loro coerente compilazione.

Nella redazione delle analisi dei prezzi, particolare attenzione è da riservare agli indici di produttività, della manodopera, e ai prezzi esposti per la manodopera.

E’ altresì da evidenziare, le recenti disposizioni dell’Avcp, che hanno focalizzato la propria attenzione sui giustificativi inerenti la manodopera, non ribassabile non solo nella paga oraria delle maestranze ma anche nell’incidenza totale della stessa sul prezzo totale offerto.

Circa l'autore

1 Commento

  1. Giancarlo

    Quello della giustificazione dei prezzi è un assurdo, non tanto perche di imprese che fanno ribassi assurdi e continuano a fare della cattiva concorrenza, non per ultimo i ribassi di Roma Capitale dove vincono imprese con più del 30% di ribassi, poi si escludono altre imprese che stanno al 25% di ribasso, mi piacerebbe che le giustificativi fossero per tutti uguali, ma so che è un utopia.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.












Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

I Video dell’Edilizia

Proposte d’Acquisto