La placca fa il bagno nuovo.

Nel corso degli ultimi anni la placca Pucci è diventata sempre più piccola e sottile, ridisegnata secondo il design contemporaneo. Un complemento d’arredo che unisce funzionalità ed estetica, tecnologia e design. Cambiare la placca vuol dire portare una bella novità nello stile della stanza da bagno, un piccolo ma importante tocco d’attualità. Molti Italiani hanno nelle loro case le placche Pucci prodotte fino al 2010, ancora perfettamente funzionali, ma che cominciano ad essere un pò vecchie sotto il profilo estetico, troppo spesse e un pò demodé. E qui entra in campo la soluzione Pucci: le placche sostitutive 330×180 mm che consentono di fare un bel restyling senza toccare la cassetta e la parete.
Le nuove placche sostitutive Pucci Sara ed Eco vanno a sostituire, in modo semplicissimo e veloce, le vecchie placche Sara ed Eco installate fino al 2010. Hanno le stesse dimensioni, ovviamente, però sono molto più sottili, solo 12 mm, e lo spessore ridotto le rende anche più “leggere”.
E poi sono più belle e più moderne sotto il profilo del design. Inoltre, il telaio e lo sportello inclusi velocizzano il lavoro dell’installatore. Le placche sostitutive sono disponibili in diverse finiture che si accordano a diversi stili di bagno: bianca, cromata e satinata, tutte sobriamente eleganti.
Le sostitutive Pucci 330×180 mm sono un’idea semplice ma innovativa che funziona bene per il pubblico e per gli installatori. L’opportunità per rinnovare il bagno in modo non impegnativo,e una proposta in più dall’installatore verso l’utente.

Per saperne di più:

PUCCIPLAST Spa
Strada Alessandria, 9
15044 Quargnento (AL)
Tel 0131 219130
Sito Web www.pucciplast.it
E mail: pucci@pucciplast.it

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.


















Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

Proposte d’Acquisto