La forma delle idee

 

La fusione è il passaggio di una sostanza dallo stato solido allo stato liquido per somministrazione generalmente di calore tale da aumentare l’energia cinetica degli atomi e portarli al punto di scostamento dal loro equilibrio, vincendo le forze di legame reticolare. Gli atomi, al punto di fusione, abbandonano la posizione rigida imposta dalla struttura cristallina e assumono una configurazione tipica dello stato liquido.
Durante il processo di colata della ghisa la temperatura di fusione si mantiene costante sino a quando la materia non è passata allo stato liquido e quindi versata in uno stampo dove si solidifica e da cui viene poi estratta assumendo la figura desiderata, grazie alla forma dello stampo. In tale processo il materiale, il trasporto del calore, il flusso del metallo nello stampo, la solidificazione del metallo e le caratteristiche dello stampo sono fattori fondamentali.
L’attività di approntamento della forma, nei processi di fonderia, rappresenta uno dei passaggi fondamentali e più delicati del ciclo produttivo di un manufatto in ghisa, la cui progettazione e realizzazione richiede competenze specifiche e alti livelli di precisione.
La forma si presenta come un contenitore costituito da sabbia speciale, leganti e additivi nella quale viene versato per gravità il metallo. Tale attività prevede una particolare sequenza:
• l’approntamento dei due modelli;
• la preparazione delle anime (ove utilizzate);
• la formatura quale riempimento delle staffe con i modelli del getto e del sistema di alimentazione e con la sabbia,
• il suo compattamento;
• la realizzazione degli attacchi di colata e delle tirate d’aria che consentono la fuoriuscita di gas attraverso la sabbia;
• la fusione del metallo;
• la colata nella forma;
• l’estrazione del getto dopo la solidificazione;
• la pulizia e la finitura del getto.
Tale attività è per antonomasia il luogo in cui le idee prendo forma; dove il metallo fuso, spillato dal forno, raccolto nella siviera e trasportato nel canale di colata, giunge allo stampo per dare origine ad una forma accuratamente preparata. Infatti i metalli sottoposti a riscaldamento aumentano le proprie dimensioni: il cosiddetto coefficiente di dilatazione termica. Un fattore che va attentamente stimato durante il raffreddamento, perché lo stesso materiale sarà soggetto al fenomeno del ritiro. Diviene perciò necessario valutare il ritiro lineare per le dimensioni finali del pezzo (il getto) anche perché è spesso causa di notevoli inconvenienti, se non controllato. Durante il raffreddamento, le tensioni tra parti esterne più fredde e nucleo ancora caldo possono creare rotture, incrinature, cavità e risucchi, compromettendo la qualità del manufatto finale.
Link conosce bene le caratteristiche delle proprie forme, del processo di formatura, le dimensioni del modello che devono tener conto del ritiro del metallo nella fase di solidificazione e del sovrametallo, oltre che essere preventivamente progettato e realizzato, per poter estrarre il modello dalla forma senza rovinarla. Al suo interno, sovente trovano sede le anime pensate per ottenere parti vuote o sottosquadra nella fusione, ove richiesti dal manufatto.
I modelli Link sono attentamente studiati e realizzati utilizzando una forma permanente metallica che soddisfa uno specifico know how tecnico. La bontà del prodotto, le sue caratteristiche tecniche come il pieno riscontro alle performance imposte dalla normativa EN124:2015 sono il nostro biglietto da visita. Nessun particolare segreto ma una costante attenzione al dettaglio e alla qualità che rendono i nostri chiusini e griglie in ghisa apprezzati nel mercato.

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.















Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

I Video dell’Edilizia

Proposte d’Acquisto