LE NTC 2018: le costruzioni composte di acciaio e calcestruzzo.

LE NTC 2018: le costruzioni composte di acciaio e calcestruzzo.

La Circolare n°21 gennaio 2019 alle NTC 2018 evidenzia quanto riportato nelle stesse Norme Tecniche, sulle costruzioni composte in acciaio e calcestruzzo , e sono definite come di seguito:
Per le costruzioni composte acciaio-calcestruzzo, la gamma degli acciai da carpenteria normalmente impiegabili e estesa dall acciaio S235 fino all acciaio S460, come nel caso dell acciaio.
Il calcestruzzo ordinario deve avere classe non inferiore a C20/25 ne superiore a C60/75, mentre il calcestruzzo con aggregati leggeri, la cui densita non puo essere inferiore a 1800 kg/m3, deve avere classe non inferiore a LC20/22 e non superiore a LC55/60.
Calcestruzzi di classe di resistenza superiori a C45/55 e LC 40/44, rispettivamente, richiedono comunque uno studio adeguato e specifiche procedure per il controllo di qualita.
Particolare attenzione deve essere posta al sistema di connessione, che determina il comportamento di queste strutture.
La classificazione delle sezioni e analoga a quella delle strutture metalliche, ma e possibile tenere conto del favorevole effetto irrigidente della soletta che puo impedire alcuni fenomeni di instabilita locale consentendo una collocazione delle sezioni in classi caratterizzate da maggiore duttilita.
Oltre agli usuali stati limite, devono essere considerati anche lo SLU di resistenza e lo SLE della connessione acciaio-calcestruzzo.
Analogamente a quanto previsto per le strutture metalliche, anche per l’analisi globale delle strutture composte e possibile impiegare, in alternativa il metodo plastico, il metodo elastico con ridistribuzione o il metodo non-lineare.
Per l’ulteriore approfondimento di elementi non trattati o non completamente trattati nelle NTC e nella presente Circolare si puofare utile riferimento a normative di comprovata validita, in particolare agli Eurocodici.”

Leggi anche:NORME TECNICHE COSTRUZIONI 2018: la relazione geotecnica in edilizia. o anche NORME TECNICHE COSTRUZIONI 2018: le opere accessorie nei viadotti. oppure NORME TECNICHE COSTRUZIONI 2018: la suddivisione delle costruzioni in Classi d’Uso.

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.












Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

I Video dell’Edilizia

Proposte d’Acquisto