Le zone di ponte termico e l’involucro edilizio.

Le zone di ponte termico e l’involucro edilizio.

Il ponte termico è una zona dell’involucro edilizio caratterizzata da un punto di intermittenza nei materiali impiegati per separare un ambiente riscaldato da un ambiente non riscaldato che presenta un differente flusso termico: cioè si crea una densità di flusso termico maggiore rispetto agli elementi costruttivi adiacenti. Tale difformità, se non accuratamente eliminata, crea svariate problematiche all’interno dell’abitazione:
• igienico-sanitarie a causa della disuniformità delle temperature si possono creare ampie zone di condensa e di umido che favoriscono il proliferare di batteri riducendo la salubrità delle parti indoor;
• energetiche, in quanto le dispersioni di calore dovute ai ponti termici hanno un’incidenza notevole sull’ aumento dei consumi per il riscaldamento nella stagione fredda e rinfrescamento nella stagione calda;
• strutturali, col passare del tempo la differente dilatazione termica di materiali diversi a contatto tra loro porta a dei piccoli movimenti che possono causare distacchi e formazione di crepe, con il conseguente degrado dei materiali impiegati.
Il progettista, in fase costruttiva o correttiva, deve evitare che si formino tali aree di dispersione, stimando attentamente il rapporto tra l’incremento del flusso termico ed il prodotto tra lunghezza del ponte termico / differenza di temperatura tra gli ambienti separati dalla struttura.
Con l’entrata in vigore delle norme EN UNI TS 11300, da ottobre 2014, sono stati stabiliti i nuovi criteri per la valutazione della prestazione energetica sia degli edifici esistenti, sia quelli di nuova costruzione e quindi per l’attuazione dei correttivi da applicare.
In presenza di zone di ponte termico i principali interventi riguardano il cappotto termico e l’isolamento delle intercapedini e della copertura, attraverso una coibentazione mirata ed eseguita a regola d’arte, senza interruzioni ne difformità.
Infatti, l’involucro di un edificio agendo come uno scudo nei confronti degli agenti atmosferici, proteggendo l’abitazione dal freddo, dalle precipitazioni, dai forti venti, dal rumore e dal fuoco, amplifica la sua funzione di barriera attraverso il “sistema a cappotto”. Denominato in ambito CE, ETICS (External Thermal Insulation Composite System), si intende un sistema composito che prevede l’applicazione con incollaggio e/o con fissaggio meccanico di pannelli isolanti sul lato esterno dell’involucro di un edificio, rifiniti superficialmente con un ciclo di rasatura con rete di rinforzo, al fine di migliorarne le prestazioni termiche e acustiche. Il sistema è di semplice realizzazione, ma richiede specifiche competenze progettuali ed applicatori specializzati in grado di curare tutti gli aspetti della gestione del cantiere e della posa in opera.
Per una corretta applicazione del “Sistema a Cappotto”, Link Industries propone, oltra alla lana di roccia Paroc, reti in fibra di vetro quali elementi di rinforzo del ciclo esterno di rasatura del sistema a cappotto, e per il la copertura consiglia, una serie di membrane traspiranti e di controllo al vapore per la corretta migrazione del flusso di vapore acqueo dall’interno verso l’esterno dell’edificio, anche attraverso la copertura:
• reti in fibra di vetro sono un materiale che non arrugginisce, non è attaccabile da agenti biologici, non ha problemi di invecchiamento o deperimento e, in base alla tipologia scelta, trova largo uso in edilizia per rinforzo del ciclo di rasatura di finitura nei sistemi di isolamento a cappotto ETAG004, oppure come reti per intonaci a spessore o reti per rasature sottili di intonaci.
• membrane traspiranti (che assicurano una copertura impermeabile all’acqua e all’aria, resistenti ai carichi) e membrane di controllo vapore (che regolano il flusso di vapore che migra dall’interno verso l’esterno dell’edificio riscaldato, scongiurando situazioni termoigrometriche critiche con formazione di condense interstiziali o superficiali nella stratigrafia di copertura, soprattutto nei periodi invernali).
Un involucro correttamente progettato è un presidio ottimale per difendere la salubrità dell’aria di ambienti confinati, ridurre la richiesta energetica globale dell’edificio, contenendo al contempo l’emissione di CO2 a vantaggio dell’ambiente.

Per saperne di più:

Link Industries SpA
Ponte Morosini, 49
Marina Porto Antico
16126 Genova
Tel. 010 2546.901
Sito Web: http://www.linkindustries.com
E mail: info@linkindustries.com

Leggi anche:

– Per ogni tipo di strada la giusta soluzione.

– È una questione di classe

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.















Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

Proposte d’Acquisto