AZIENDE IN EVIDENZA: la SYSTAB specializzata in consolidamento delle fondazioni a bassa invasività

AZIENDE IN EVIDENZA: la SYSTAB specializzata in consolidamento delle fondazioni a bassa invasività

IMG-20160427-WA0010

SYSTAB SRL nasce dall’esperienza di oltre 15 anni nel settore consolidamento strutturale dei suo soci fondatori. E’ un’azienda specializzata in consolidamento delle fondazioni a bassa invasività.

Negli ultimi anni le problematiche di dissesto idrogeologico ed i cedimenti dovuti a movimenti del terreno di fondazione si sono accentuati anche a causa di eventi climatici sempre più estremi e di una errata gestione del territorio da parte dell’uomo.

La ricerca di SYSTAB è volta a individuare le tecnologie migliori per consolidare terreni e fondazioni di edifici esistenti che hanno subito cedimenti differenziali e presentano crepe sui muri danni strutturali. La ditta opera su tutto il territorio italiano intervento su:

  • Edifici civili
  • Edifici industriali
  • Patrimonio storico artistico
  • Stabilizzazione e sollevamento pavimentazioni
  • Applicazioni speciali (riempimento cavità, sollevamenti…)

La forza di SYSTAB è la rete di Tecnici, Ingegneri e Geologi esperti, che su tutto il territorio italiano offrono la possibilità di sopralluoghi e consulenze gratuite. I tecnici possono contare su soluzioni differenziate basate su:

  • Iniezioni di resine e miscele consolidanti per il consolidamento dei terreni
  • Micropali in acciaio precaricati a bassa invasività

Entrambe tecnologie esclusive perfezionate da SYSTAB per offrire la miglior soluzione ad ogni dissesto.

 

IMG-20160414-WA0008

 

SISTEMA DI CONSOLIDAMENTO SYSTAB CON INIEZIONE DI RESINE A LENTA ESPANSIONE

Si tratta della tecnologia meno invasiva in assoluto per intervenire su edifici che hanno subito cedimenti e lesioni dovute a problematiche del terreno e delle fondazioni. Il sistema è indicato anche per il miglioramento geomeccanico dei terreni in vista di sopraelevazioni, aumenti di carico ed adeguamenti sismici.

L’utilizzo del Sistema SYSTAB consente di ottenere i seguenti effetti:

  • riempimento di cavità con diminuzione dell’indice dei vuoti;
  • compattazione dei terreni con incremento delle caratteristiche geomeccaniche;
  • assunzione e distribuzione dei carichi ;
  • isolamento dell’acqua ed impermeabilizzazione.

E’ possibile ottenere quindi miglioramento delle caratteristiche geotecniche e l’omogeneizzazione, in termini di resistenza geomeccanica, del substrato fondale: in questo modo, la resistenza è sufficiente a contrastare le tensioni trasmesse dalla struttura soprastante e ad annullare futuri cedimenti differenziali delle strutture portanti evidenziate negli elaborati di progetto.

I risultati ottenuti sul terreno saranno principalmente di incremento delle tensioni orizzontali e verticali in regime elasto – plastico; tale aumento, grazie alla lentezza del procedimento, si traduce in un aumento delle pressioni efficaci per drenaggio delle pressioni interstiziali.

La possibilità di iniettare resine con caratteristiche diverse (forte espansione o elevata densità, secondo necessità) permette di avere:

    • altissima diffusione della resina in ogni condizione geotecnica;
    • elevata riduzione dell’indice dei vuoti e quindi della compressibilità;
    • elevatissimo grado di compattazione, anche in terreni argillosi (coesivi) a bassissima permeabilità;
    • elevata resistenza meccanica finale della resina anche in presenza di cavità macroscopiche;
    • resistenza meccanica omogenea delle resine in ogni punto.

MICROPALI PRECARICATI SYSTAB IN ACCIAIO

Si tratta di una tecnologia di micropalificazione con infissione dei pali mediante martinetti idraulici che operano a contrasto definitivamente ogi tipo di fabbricato con la struttura esistente. L’intervento permette di realizzare una vera e propria fondazione profonda che trasmette i carichi della struttura ad orizzonti di terreno solidi e stabilizza.

I pali SYSTAB sono realizzati in diametri da 76mm a 114 mm, sono costituiti da elementi modulari collegati tra loro per avvitamento, spessore standard 8mm e acciaio S355J2.

L’installazione avviene con l’ausilio di martinetti idraulici solidarizzati alla fondazione dell’edificio mediante apposite piastre in acciaio dedicate, che si ancorano saldamente alla fondazione mediante speciali elementi di fissaggio. La fondazione dell’edificio e la sovrastante struttura realizzano, di fatto, la struttura di contrasto che consente l’infissione in profondità della batteria di elementi fino al raggiungimento dell’orizzonte solido.

Terminata l’infissione del palo, il collegamento palo-fondazione avviene sfruttando le stesse piastre in acciaio impiegate per l’infissione e l’accoppiamento finale piastra-palo avviene per mezzo di bulloni ad alta resistenza.

Prima dell’accoppiamento piastra-palo è possibile procedere, con gli stessi martinetti impiegati per l’infissione, a:

  • prova di carico per il collaudo dell’opera (eseguibile su ogni palo);
  • applicazione di carichi superiori a quelli d’esercizio e conseguente inibizione del cedimento primario post-collegamento.

VANTAGGI

L’intervento con pali SYSTAB presenta svariati vantaggi rispetto alle tradizionali tecniche di palificazione:

  • tempi di realizzazione rapidi
  • impatto del cantiere ridotto
  • non produce terra di risulta
  • l’infissione non produce vibrazioni
  • la portata di ogni singolo palo viene collaudata
  • precarico per l’annullamento dei cedimenti primari
  • se la struttura lo consente, è possibile il recupero di cedimenti e il sollevamento fondazioni.

 MATERIALI

I pali SYSTAB sono realizzati con acciaio S355J2.

Proprietà Requisito
Tensione caratteristica di snervamento fyk 355 N/mm2
Tensione caratteristica di rottura ftk 510 N/mm2
Modulo elastico E 210.000 N/mm2
Modulo di elasticità trasversale G 80.770 N/mm2
Coefficiente di Poisson v 0,30
Coefficiente di espansione lineare termica α 12×10-6 per °C-1
Densità 7.850 kg/m3

I dispositivi SYSTAB della linea di palificazione vengono costruiti con materiali di provenienza certificata e lavorazioni eseguite da Centro di Trasformazione autorizzato dal Ministero competente, secondo quanto previsto dal D.M. 14 gennaio 2008 “Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni” per l’impiego dell’acciaio per uso strutturale nelle costruzioni.

GUARDA IL VIDEO DELLE NOSTRE TECNOLOGIE

http://www.systab.it/tecnici-2/

 

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate:

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre informato. Iscrivendoti, dichiarerai di aver letto e accettato l'Informativa sulla Privacy.












Edilbuild su Facebook

Edilbuild su Twitter

I Video dell’Edilizia

Proposte d’Acquisto